Cerca e premi Invio

Call for papers “Realtà mediali. Sociologia, semiotica e arte negli immaginari e nelle rappresentazioni/Media realities. Sociology, semiotics and art in the imaginaries and in the representations”, Università di Palermo, 16-18 marzo 2022

***English below***


Università di Palermo, Dipartimento di Culture e Società, Viale delle Scienze
Deadline Abstracts: 15 gennaio 2022
Deadline Papers: 15 maggio 2022

Il convegno è patrocinato dal Dipartimento di Culture e Società dell’Università degli Studi di Palermo, e dalla Asociación Docentes e Investigadores de Lengua y Literatura Italiana (ADILLI).

Linee guida per la stesura degli abstracts e dei papers
Gli abstracts, di un minimo di 150 e un massimo di 250 parole, dovranno pervenire entro e non oltre le ore 23.59 del 31 dicembre 2021 in lingua italiana o in lingua inglese. Dovranno essere corredati di un massimo di 5 parole chiave e di brevi informazioni in merito all’autore/autrice: nome, cognome, collocazione accademica se ne ha una, professione e sede delle proprie attività per un massimo di 10 righe di testo.
I papers, frutto della propria relazione al convegno, dovranno pervenire entro e non oltre le ore 23.59 del 15 maggio 2022.
L’ampiezza indicativa di ogni paper è tra le 12.000 e le 35.000 battute (ossia caratteri con spazi inclusi): di eventuali articoli di maggiore lunghezza, la pubblicazione verrà concordata con i curatori del volume (Prof.ssa Anna Fici – Dott. Claudio Gnoffo). La partecipazione al convegno è gratuita, i curatori si riservano di richiedere un contributo spese per la stampa del volume cui confluiranno i papers, selezionati e accettati secondo procedura di peer review.

Temi e intenti
Il convegno si propone di affrontare i modi in cui oggi la realtà viene mediata e rappresentata attraverso le tecnologie digitali e gli approcci creativi delle arti, sia di quelle appartenenti alle più tradizionali classificazioni, sia di quelle di più recente affermazione; come da esse vengano «portate in scena» le diverse narrazioni dei contesti odierni.
La stessa definizione del concetto di «realtà» è messa in discussione dalle sue innumerevoli mediazioni. È noto comunque – ed è oggi particolarmente evidente – che l’immaginario non è, nei suoi effetti sul contesto sociale, meno fattuale delle realtà che hanno alla base dati concreti ed evidenze empiriche.
Nella prospettiva da noi adottata per il convegno, vogliamo mettere al centro ogni possibile aspetto di questo tema, da interpretare in chiave interdisciplinare. È la stessa complessità dell’argomento a spingerci verso questa direzione.
A noi interessa, in particolar modo, provare ad avere, rispetto al tema e a partire dalle varie discipline, un approccio divulgativo che possa avviare un dialogo con il pubblico costituito dai partecipanti e dai futuri lettori del volume collettaneo che intendiamo far nascere a partire dal convegno. Quest’ultimo sarà il primo di una collana di nuova costituzione, creata presso Palermo University Press, dal titolo Arte & Comunicazione1 che, con l’occasione, verrà presentata.
Il convegno si propone di coinvolgere studiose, studiosi e artisti provenienti da diverse parti del mondo e da svariati campi del sapere, per scandagliare attraverso loro le modalità in cui vediamo, o crediamo di vedere, la realtà che ci circonda, con tutti i suoi filtri, siano essi evidenti o meno, frutto di una mediazione creativa e gratuita o strumentale.
Artisti, antropologi, sociologi, critici letterari e cinematografici, semiologi, linguisti, studiosi di estetica e di immagine, esperti di studi culturali, ma anche lavoratori nel campo dello spettacolo e dell’intrattenimento sono sollecitati a esprimere la propria esperienza e la propria visione.
A titolo indicativo, alcune delle tematiche possibili sono:

  • Interscambi culturali e sociali e/o conflitti tra culture e visioni dentro la società: esperienze o casi studio
  • Ibridazioni culturali: esperienze o casi studio
  • La realtà, tra i fatti e l’immaginario: il ruolo del marketing e dello storytelling
  • Lo spazio web 3.0: la costruzione del mondo via social
  • Rappresentazione dei media e nei media: la bellezza oggi
  • Rappresentazione dei media e nei media: la trasformazione dei costumi e degli stili di vita
  • Abitare, abitarsi: ritagliarsi spazi per sé nel frastuono dei social
  • Le economie in un mondo che cambia. Le nuove rappresentazioni del benessere e della ricchezza
  • Raccontare la realtà sociale attraverso la ricerca sociologica. La mediazione dei metodi di ricerca
  • Consumi dei prodotti audiovisivi
  • Immaginari mediati: miti d’oggi
  • Cinema e fumetto
  • Webcomics
  • Teoria della percezione e mass media
  • Vita quotidiana e straordinaria
  • Cibo e rappresentazione: il caso dei reality cooking show e dei food blogger
  • La natura e la sua rappresentazione: dalle emergenze ambientali a Greta Thunberg
  • La fotografia come occhio narrante ieri e oggi
  • La fotografia e il suo rapporto con la realtà, la verità e l’autenticità oggi
  • La fotografia tra descrizione, tematizzazione e denuncia
  • La cancel culture e la dottrina woke
  • Le questioni di genere e la loro narrazione nei media
  • Retoriche contemporanee e arte
  • Tra serie tv e intermedialità: raccontare/tematizzare
  • Racconto di una pandemia: il mondo post-covid
  • Il mondo delle competenze digitali come viene mediato? La narrazione extra e anti-accademica
  • Il racconto giornalistico sepolto dall’overload informativo e dal rumore
  • Teatro e rappresentazione del mondo
  • Teatro e cinema
  • Teatro e nuovi media

    Direzione scientifico-organizzativa
    Anna Fici (Università degli Studi di Palermo)
    Claudio Gnoffo (Accademia di Belle Arti di Palermo)
    Comitato scientifico-organizzativo: Luigi Amato (Accademia di Belle Arti di Palermo), Simone Arcagni (Università degli Studi di Palermo), Alessio Arena (Universidad Nacional de Rosario), Massimo Bonura (Accademia di Belle Arti di Palermo), Sergio Brancato (Università degli Studi di Napoli Federico II), Claudio Cavallaro (Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” – Sassari), Anna Fici (Università degli Studi di Palermo), Claudio Gnoffo (Accademia di Belle Arti di Palermo), Stefano Montes (Università degli Studi di Palermo), Alberto Trobia (Università degli Studi di Palermo)

    Invio degli abstracts:
    Gli abstract vanno inviati a:
    Anna Fici (anna.fici@unipa.it)
    E, contestualmente, in CC a:
    Claudio Gnoffo (claudiognoffo87@gmail.com)
    Massimo Bonura (massimo.bonura@unipa.it)

    Gli abstract inviati saranno vagliati da almeno due componenti del comitato scientifico.
    Abstract della proposta e titolo: max 250 parole
    Durata della comunicazione al convegno: max 20 minuti
    Lingue del Convegno: italiano, inglese, francese e spagnolo
    La partecipazione al Convegno avverrà in modalità telematica.

Call for Papers/English version:

Media realities. Sociology, semiotics and art in the imaginaries and in the representations
Conference
March 16-17-18, 2022
University of Palermo, Department Cultures and Society, Viale delle Scienze
Deadline of Abstracts: January 15, 2021
Deadline of Papers: May 15, 2022

The conference is sponsored by the Department Cultures and Society of Università degli Studi di Palermo and by the Asociación Docentes e Investigadores de Lengua y Literatura Italiana (ADILLI).

Guidelines for the drafting of abstracts and papers
The abstracts, of a minimum of 150 and a maximum of 250 words, must be received no later than 11.59 pm on December 31, 2021 in Italian or English. They must be accompanied by a maximum of 5 keywords and brief information about the author: name, surname, academic position (if they have one), profession and location of their activities for a maximum text of 10 lines.
The papers, the result of the conference report, must be received no later than 11.59 pm on May 15, 2022.
The indicative width of each paper is between 12000 and 35000 characters (i.e. characters with spaces included): for any longer articles, publication will be agreed with the editors of the volume (Prof. Anna Fici – Mr. Claudio Gnoffo). While participation in the conference is free of charge, the editors reserve the right to request a contribution for printing of the volume related to the papers, selected and accepted according to the peer review procedure.

Topics and intentions
The conference aims to address the ways in which reality is mediated and represented today through digital technologies and the creative approaches of the arts, both of those belonging to the more traditional classifications, included the more recent ones; how the different narratives of today’s contexts are “brought to the stage”.
The same definition of the “reality” concept is challenged by its innumerable mediations. However, it is known – and today particularly obvious – that the imagination is not, in its effects on the social context, less factual than the realities based on concrete data and empirical evidence.
In the perspective we adopted for the conference, we want to focus on every possible aspect of this theme, to be interpreted in an interdisciplinary key. It is the very complexity of the topic that pushes us in this direction.
We are particularly interested in trying to have, in respect to the theme and starting from various fields of studies, an informative approach that can generate a dialogue with the public made up of the participants and future readers of the collective volume that we intend to create starting from the conference. This volume will be the first of a newly created series, created at Palermo University Press, entitled Art & Communication1 which, on the occasion, will be presented.
The conference aims to involve scholars and artists from different parts of the world and from various fields of knowledge, to fathom through them the ways in which we see, or believe we see, the reality that surrounds us, with all its filters, whether they are more or less evident, the result of a creative and free or instrumental mediation.
Artists, anthropologists, sociologists, literary and film critics, semiologists, linguists, aesthetic and image scholars, cultural studies experts, but also workers in the show and entertainment fields are encouraged to express their experience and vision.
As an indication, some of the attainable themes are:

  • Cultural and social exchanges and / or conflicts between cultures and visions within society: experiences or case studies
  • Cultural hybridizations: experiences or case studies
  • Reality, between facts and the imagination: the role of marketing and storytelling
  • The web space 3.0: the construction of the world via social media
  • Representation of the media and in the media: beauty today
  • Representation of the media and in the media: the transformation of customs and lifestyles
  • Living, inhabiting: carving out spaces for oneself in the din of social media
  • Economies in a changing world. The new representations of well-being and wealth
  • Telling the social reality through sociological research. The mediation of research methods
  • Consumption of audiovisual products
  • Mediated imaginaries: myths of today
  • Cinema and comics
  • Webcomics
  • Theory of perception and mass media
  • Daily and extraordinary life
  • Food and representation: the case of reality cooking shows and food bloggers
  • Nature and its representation: from environmental emergencies to Greta Thunberg
  • Photography as a narrating eye yesterday and today
  • Photography and its relationship with reality, truth and authenticity today
  • Photography between description, theming and denunciation
  • Cancel culture and the woke doctrine
  • Gender issues and their narration in the media
  • Contemporary rhetoric and art
  • Between TV series and intermediality: narrating / thematizing
  • Tale of a pandemic: the post-covid world
  • How is the world of digital skills mediated? The extra and anti-academic narrative
  • The journalistic story buried by information overload and noise
  • Theater and representation of the world
  • Theater and cinema
  • Theater and new media

    Scientific-organizational direction
    Anna Fici (Università degli Studi di Palermo)
    Claudio Gnoffo (Accademia di Belle Arti di Palermo)

    Scientific-organizing committee: Luigi Amato (Accademia di Belle Arti di Palermo), Simone Arcagni (Università degli Studi di Palermo), Alessio Arena (Universidad Nacional de Rosario), Massimo Bonura (Accademia di Belle Arti di Palermo), Sergio Brancato (Università degli Studi di Napoli Federico II), Claudio Cavallaro (Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” – Sassari), Anna Fici (Università degli Studi di Palermo), Claudio Gnoffo (Accademia di Belle Arti di Palermo), Stefano Montes (Università degli Studi di Palermo), Alberto Trobia (Università degli Studi di Palermo)

    Submission of abstracts:
    The abstracts must be sent at:
    Anna Fici (anna.fici@unipa.it)
    And jointly, through CC at:
    Claudio Gnoffo (claudiognoffo87@gmail.com)
    Massimo Bonura (massimo.bonura@unipa.it)

    The abstracts will be checked by at least two members of scientific commitee.
    Proposal’s abstract and title: maximum 250 words
    Duration of the communication: maximum 20 minutes
    Languages of the conferences: Italian, English, French and Spanish
    Partecipation in the conference will be online.